Animali fantastici – BOOK TAG

 

animali-fantastici-slide-830229916.png

Grazie a Ehipenny per avermi nominata. É una vita che no, non faccio questo gioco, e che sì, mi piacciono un sacco!
Ma tralasciamo le chiacchere che stanno a zero e partiamo con le risposte!

1. ASTICELLO: Il libro più piccolo che possiedi.
La balena e … (qualcosa) non ricordo il titolo, perché io e i nomi non abbiamo ancora fatto pace.

2. CELESTINO: Qual è, secondo te, una lettura “leggera”?
Anna Premoli e tutto ciò che ha scritto. Anche i suoi post sui social sono uno spasso!

3. DEMIGUISE: Quale libro ti ha colpito, perché gli avvenimenti presenti nella storia ti hanno colto di sorpresa?
Qualsiasi libro della corrente thriller psicologico. Quando leggo uno di questi mi leggi in faccia che… #c’hol’ansia.

4. ERUMPENT: Qual è un libro che ti ha segnato profondamente (positivamente o negativamente)?
Non c’è. O meglio, mi piace pensare che ogni libro che leggo sta per insegnarmi una verità universale indispensabile per la mia esistenza.
Ecco perché non smetto di leggere.

5. GRAPHORN: Hai un’edizione che non si trova più in giro?
Sono devota al kobo, lettura digitale, quindi no, non so se ho qualcosa di raro che non si trova più in giro.

6. OCCAMY: Un libro che leggeresti in qualunque situazione.
Uno solo? Sì lo so, non si risponde ad una domanda con un’altra domanda, ma no, non c’è un libro in particolare!

7. PURVINCOLO: Qual è un libro che hai imparato ad apprezzare durante la lettura?
Io non parto prevenuta, mai! Leggere un libro è un’esperienza, sempre.

8. SNASO: L’edizione più appariscente che possiedi.
Futari H. Non commento, ma è la collana più appariscente che possiedo.

9. TUONO ALATO: Un libro che sconsiglieresti, da cui vorresti mettere in guardia i lettori.
Non esiste una risposta infallibile. Non metto in guardia nessun lettore, ognuno vive l’esperienza di lettura a modo suo.

10. VELENOTTERO: Qual è il libro di cui non ti ricordi il finale o alcuni passaggi?
Uno??? Dei libri ricordo la morale, o la mia “personale” versione dei fatti…

Chi vuole farsi avanti??? Forza!
Esprimete la vostra, uscite le idee, raccontate le esperienze… insomma PALESATEVI!

RI-BLOGGO. LUCA

blog-684748_960_720

C’è chi legge solo su dispositivi digitali e chi preferisce il “puzzo” della carta.

C’è chi legge solo libri nuovi e chi preferisce quelli “vissuti” presi in biblioteca.

E poi ci sono le idee originali, come questa.

Libri liberi.

Luca racconta.

RI-BLOGGO. K!

blog-684748_960_720

E chi lo dice che per raccontare un’emozione si debbano spendere parole, parole e ancora parole?

Ci sono brevi ma intensi.

Ci sono storie che non necessitano di dettagli, che ti bastano così come sono.

Lui è Andrea.

E con queste parole ti farà venire la pelle d’oca.

 

RI-BLOGGO. MISSIONE CUCINA

stock-vector-latin-alphabet-made-of-dark-melted-chocolate-with-border-liquid-font-style-vector-559757062

Perché non unire l’utile al dilettevole?

Ecco.

Leggendo questa ricetta ho pensato a questa cosa.

L’utile ovviamente è il cioccolato… chiaro, no?

Cioccolato e…

RI-BLOGGO. MISSIONE CUCINA

stock-vector-latin-alphabet-made-of-dark-melted-chocolate-with-border-liquid-font-style-vector-559757062

Alternativa.

Oggi il mio “consiglio spassionato, ricco di peccati di gola” è alternativo.

Succede che, guardando la bacheca trovi la descrizione di un libro, due parole ti colpiscono:

  • genovese
  • sprecare

É cosa nota che il genovese è di per sé un braccino corto, che poi, è tutto da vedere perché io sono bergamasca eppure pare che le braccia manchino lo stesso.

Ma.

Genovese come il pesto?  NAAA errore. Buono sì, siamo in cucina sì, ma non è questo il contesto specifico.

Lei è Paola.

Lei ha scritto un libro su come non sprecare cibo, cose e tra le righe forse anche le persone.

Si definisce una ROMPI-BLOGGER, perché non perde occasione per ribadire che il mare è grande, ma è uno; che la terra è grande, ma è una. Insomma. Tutte cose note, che TROPPO SPESSO DIMENTICHIAMO.

Oggi consiglio un libro che ti fa riflettere, mangiando of course!