LE RUBRICHE DI MARTA: SCRITTO A MANO #112

112

LE RUBRICHE DI MARTA: SCRITTO A MANO #111

111

LE RUBRICHE DI MARTA: SCRITTO A MANO #110

110

LE RUBRICHE DI MARTA: SINGLE E FELICE (ma non troppo) #38

tulip-1320559_960_720

  • Gli ho dedicato una poesia.
  • Conoscendoti è una minchiata.
  • Sempre che mi smonti sul nascere. E invece no, l’ha presa bene!
  • Nel senso che l’ha cancellata con signoria?!?
  • No fammi capire, come si cancella un messaggio con signoria?!?
  • Eh, non so, mi è venuta così…
  • Poi sono io quella con il cervello scollegato, no, ma, parliamone.
  • Ma anche no, dai, non cambiare discorso! Com’è sta poesia?
  • Non puoi capire..
  • Amica, io non posso mai capirti, nessuno ti capisce, sei un’eterna incompresa…Dai, posso smettere di compatirti e vuoi ancora qualche parola smielata?
  • Puoi smettere adesso.
  • Quindi me la fai leggere o cosa?
  • Cosa.
  • Cosa, cosa?
  • Dai, asilo, te la leggo io. Tu non sei capace.
  • Eh già… Va beh, sentiamo.

Ho voglia di te, e non lo dico in senso lato, neanche con un doppio senso, ho proprio voglia di te.

Sentire il tuo sapore, ascoltare la vibrazione.
Sentire la salivazione che aumenta, guardarti e vederti ‘consumato’. Ho voglia di te.

Mi piaci in ogni forma, ne ho bisogno, lo so, ma non è il momento giusto.
Cosa ci posso fare?

Ho voglia di te e, per adesso ci posso solo pensare.

LETTERA MAI LETTA AL CIOCCOLATO MILKA

 

  • Amica, tu hai dei problemi. Davvero, però!
  • Ok, quando avrai smesso di ridere ne parleremo seriamente, ok? No perché adesso non hai alcuna influenza su di me…

LE RUBRICHE DI MARTA: 3 BUONI MOTIVI PER… CANTARE SOTTO LA DOCCIA!

IMG_20160613_124930

Dai!Chi non l’ha mai fatto?

Chi non ha mai accennato una canzone sotto la doccia? Magari pensando di essere il nuovo eroe mancato dello zecchino d’oro?

Tutti almeno una volta hanno cantato sotto la doccia.

Alcuni hanno iniziato presto e costretti dai genitori si sono anche presentati in televisione perché da piccoli prodigi quali apparivano agli occhi di mammà hanno pensato bene di cantare anche fuori dalla vasca da bagno.

Io no.

O meglio io per fortuna ho iniziato tardi, quando ormai l’età anagrafica non mi permetteva più di partecipare a questi fantastici programmi con bambini più o meno prodigiosi.

Ora.

  • Ho sempre pensato che cantare sotto la doccia fosse:
    Liberatorio ti permette di sfogare i tuoi dissapori interiori con acuti che farebbero rabbrividire anche un cane lupo nella stagione degli amori
  •  Se per sbaglio pecchi d’intonazione il fruscio dell’acqua corrente aggiusta quella piccolissima imperfezione cha altrimenti ti bollerebbe come una stonata d’altri tempi.
  •  Non necessiti di abbigliamento particolare, a volte vergognoso, per apparire e trasmettere le tue emozioni canore.

Ora.

Potrei continuare con altri mille buoni motivi piuttosto che passare alla fazione inversa ed elencare alcuni spiacevoli contro indicazioni che il cantare sotto la doccia comporta.

Ma no.

Evito.

Perché la mia rubrica si intitola tre buoni motivi per e a questo giro non voglio andare fuori tema.