TIC TAC

balloon-1373161_960_720.jpg

pixabay

No perché riflettevo …

Effettivamente quando un ragazzo ti chiede.

Voglio dire, quando sei ancora in quella fase del “non ho trovato l’uomo perfetto, ma sento l’ orologio biologico fare tic tac”.

Ecco in questa fase, dicevo, quando un uomo ti chiede “Da quanto tempo sei single?”

Tu cosa puoi rispondere?

Ora, se sei sincera e te ne freghi del fatto che davanti a te c’è un uomo che ragiona in maniera lineare 0 1 intendo, allora la tua risposta sarà sincera all’ inverosimile.

Tipo.

“E’ un sacco di tempo che non sono fidanzata, oramai la ragnatela è talmente spessa che dovrai faticare per districarti.”

Ma così scappa di sicuro, ed allora cosa fai? Cerchi di addolcire la pillola che poi come un missile parte ed è peggio di una supposta.

“E’ tanto, ma mi sono divertita comunque, certo mi manca avere accanto un uomo che si prenda cura di me, ma fino ad oggi un uomo degno di essere tale non l’ho trovato.”

Ora.

L’uomo in questione può pensare che sei una pazza psicopatica che se non te ne va bene uno immagina quanto tu sia poco incline alla leggerezza.

Oppure pensa, ecco ho trovato una ragazza a modo.

In un caso o nell’altro lui ti lascerà inesorabilmente sola, abbandonata a te stessa e niente l’orologio fa ancora tic tac.

Ho imparato una cosa.

Ad una domanda a cui non sai come rispondere rispondi con una domanda, oppure cerca si essere vaga.

“Io? Io sono uno spirito libero, dai, cosa ti fa paura? Prova a prendermi.”

Ecco ad una risposta così se lui scappa è perché è un uomo che non vuole giocare e se non vuole giocare che gusto c’è?

Pubblicità

VERDE

lignes-blanches,-feuilles-abstraites,-fond-vert-192931

Immagine presa dal web

Il Verde è il mio colore preferito,

Verde è il colore associato alla speranza e io sono sempre in attesa e convinta che qualcosa di bello stia per accadere…

Verde è il colore del prato, simbolo della libertà, uno spazio aperto in cui camminare correre pensare dormire giocare..

Verde è il colore della Primavera, quando le piante riprendono vita, quando si risvegliano dal torpore dell’ Inverno e dell’ Autunno..

Verde, o meglio Verde vestito è il colore che ho scelto, con le altre testimoni, per il matrimonio di un’ Amica (volutamente con la A maiuscola) perché se vuoi conoscere il significato della parola Amore, Famiglia e Felicità è sufficiente guardarla negli occhi.

Dal punto di vista etimologico la parola verde deriva dal latino popolare vìrdem a sua volta derivato da vĭridis “vivo”, “vivace”(Wikipedia)

Verde è il mio colore preferito perché è collegato a tanti momenti positivi della mia vita.

MIRACOLO A BOGOTA’

“mostrami una città con 1000 problemi e ti dimostrerò 10.000 modi per risolverli”

caricatura_antanas_mockus_by_loboberserker

Qualche giorno fa alla radio ( zoo di 105) hanno passato la notizia di Antanas Mockus, ora direte ma chi è questo?

Per me è un rivoluzionario, un uomo che considera la politica parte integrante della popolazione, uno che come motto per le sue DUE legislature ha scelto di aumentare le tasse ma…

MA, ha apportato notevoli cambiamenti alla popolazione, miglioramenti nello stile di vita.

Lui era un sindaco che con altri due visionari come lui ha fatto della pedagogia e della comunicazione l’ arma vincente della politica.

E’ riuscito a:

  • diminuire la percentuale di incidenti stradali con dei pollici verso da attaccare agli incroci
  • diminuire la corruzione nella polizia e il caos agli incroci stradali introducendo dei mimi
  • si è avvicinato agli studenti universitari prima ancora di diventare uomo politico calandosi i pantaloni davanti ad una platea di ragazzi esultanti
  • nonostante le molteplici minacce di morte si è presentato in uno dei quartieri più pericolosi con indosso una camicia multicolore e al livello del cuore un foro dipinto di rosso.

Questo è l’ esempio di politico che mi piace vedere, questo è il politico della gente, che alle parole fa seguire i fatti.

Grazie zoo, mi avete permesso di ricominciare a credere nella politica che gli esempi positivi ci sono, dobbiamo solo scoprirli ed esaltarli, a prescindere dal colore o dal partito.