LA MIA VACANZA.

new-york-472392_960_720

La sto preparando eh!

Per quanti non credano in me.

Per quanti mi dicano che sono una pazza scatenata, io non mi arrendo, sono arrivata alla prenotazione dell’ hotel e…diavolo! E’ una cosa difficilissima.

Ora.

Molti di voi diranno: “Ma no dai! Vai su booking, scegli, prenoti, e via!”

Bene.

Sono alla fase del “E via un cazzo.”

Allora.

Per prima cosa tutti, ma proprio tutti gli hotel, ostelli, famiglie hanno la palestra, no, spiegatemi. Io vado a NY per? Stare nella palestra dell’ hotel? Insomma, lo inseriscono come un valore aggiunto, come un qualcosa che dev’essere degno di nota, ma mettete il terrazzo piuttosto.

Va beh. Sarà un gusto personale.

Poi. Amici di amici mi dicono:” No, ma non prenotare dal sito di booking, vai sul sito dell’hotel, può essere che risparmi.”

Allora. Se scegli di fare questa cosa ricordati di guardare la posizione in solo uno dei due siti, no perché ti girano la cartina e sei fottuta, butti ore  a cercare di capire dov’è il nord e dov’è il sud, poi io che quando c’era l’ora di orientamento a scuola mi perdevo.

Bene.

La posizione non è essenziale, la pulizia però sì. O almeno questo dovrebbe essere. E quindi? Quindi niente. L’hotel ha la palestra, e il wifi gratuito.

Ce la farò a prenotare anche l’hotel, voi credete in me.

MI MANCHI

 

mi manchi.jpg

Immagine presa dal web

In fondo in fondo non sono stata sincera con te.

Non è vero che non mi manchi, non è vero per niente.

In realtà una mancanza la sento.

In realtà un vuoto lo vivo.

Lo sai, o forse dovresti saperlo, che sono allergica a questa parola.

Lo sai che in fatto di sentimenti faccio confusione e faccio fatica, sai questo e sai altro.

Sai che arrabbiata sono intrattabile, sai che sono permalosa che me la prendo per poco o nulla che vedo la dolcezza solo nei pasticcini che, che, che…

Potrei continuare per ore, giorni o forse no.

Arriverei ad un certo punto in cui stanca di dire e pensare a lati possibili e negativi del mio carattere scoppio in una risata in cui tu ti renderesti conto di cosa hai perso.

Di quanto il tuo comportamento sbagliato abbia creato un cratere che ha allontanato le nostre strade.

Non è vero che non mi manchi.

Mi manchi eccome.

Mi manchi come le emorroidi ad Agosto.

Mi manchi come il sole afoso della mia amata pianura padana.

Mi manchi come il vento gelido in montagna senza giacca.

Mi manchi come una bibita gelata sui denti sensibili.

Mi manchi.

Eccome se mi manchi.

Mi manca parlare con te.

Mi manca cenare con te.

Ecco mi manchi tu e tutto quello che ho detto prima.

E sai perché? Perché io per te sono stata male, ecco perché ti vorrei ma come amico, ecco perché non ti dico che mi manchi altrimenti mi chiederesti per cosa mi manchi, e allora dovrei aprirti il cuore e spiegarti che mi manchi come … potrei fare altri mille esempi, ma la smetto.

Buona giornata amico!