Gli amici di Blog

Vi capita mai di ritrovare un amico di Blog che mai e poi mai vi sarete immaginate di ritrovarvi a pensare?

Rifaccio la domanda perchè come al solito parto deciso e poi mi perdo nelle mille curve del mio cervello.

Che fatica che fanno i miei neuroni, un po’ mi dispiace per loro.

Dicevo.
Qualche giorno fa ho ricevuto una richiesta d’amicizia in Facebook da un tale sconosciuto.
O meglio.
Dato che la curiosità è donna ho accettato l’amicizia per poi in tempo zero, con tutta la delicatezza di un’elefante, scrivo un messaggio per chiedere:
“Scusa ma…Ci conosciamo?”

” Sì”. Il risultato della conversazione era sì.
Lui è un blogger che io adoravo quando frequentavo più assiduamente questo fantastico mondo virtuale.
I suoi testi, le sue foto, i viaggi mentali che puoi fare attraverso i suoi occhi sono sempre stati molto attraenti per me.

Ecco.
Ti ho incuriosito?
I veterani lo conoscono, ne sono certa, comunque lui è Topper Harley!
Buon Viaggio!

E anche quest’anno la Quaresima è andata!

Evviva!
Anche quest’anno sono uscita circa meno quasi indenne da questa quarantena chiamata Quaresima.

Per me è il cioccolato, l’alimento vietato per 40 lunghissimi giorni, e 40 notti, va da sé!

Mi sono sentita dire di tutto. Come ogni volta che la sottoscritta prende una decisione ponderata ecco che arrivano infiniti suggerimenti su come e dove sgarrare che “tanto…”.

Tanto nulla.

Integerrima e sicura della mia scelta sono riuscita a superare questo lungo periodo, è stata dura.
Per me poi.
Figlia di un pasticcere vedevo cioccolato anche in mezzo alle farine integrali.
Io sono una cosa vergognosa, lo ammetto.
Per me il cioccolato è una questione fondamentale.

I dottori dicono che fa bene anche all’umore, chi sono io per non seguire le loro indicazioni?

E niente.

Avevo comprato due uova di cioccolato, uno fondente e uno al latte, così per non sbagliare.
Li ho mangiati.
Tutti e due.
La Quaresima è passata, la mia scemenza no, quella resta.

LA MIA SETTIMANA IN MALATTIA

Dopo dodici anni di lavoro per la prima volta nella mia vita lavorativa ho preso una settimana di malattia.

Tralasciamo il motivo che mi riporta alla memoria una figura professionale assai barbina che per molti è un amico e per altri è un perfido.
Sì, sono tornata dal dentista. Eh vabbè.

Ho passato le giornate a scrivere, telefonare, provare a crearmi nuovi contatti, mettere le basi per un futuro. Una figata. Ma vabbè, anche questa è un’altra storia.

Hai presenti i postini che sfrecciano sui loro bolidi che non sono altro che motorini super rumorosi.
Ecco.
Dalla finestra della mia camera mi sono ritrovata ad osservare come il mondo funzioni alla perfezione e siamo sempre e solo noi a incastrare male le cose da fare.

I postini si muovevano come un formicaio perfetto.
Avanti, indietro, avanti e indietro.
Non so perché mi sono fermata a pensare a questa cosa.

E poco dopo, in facebook, ho visto le immagini dei driver della posta che pensano di avere tra le mani un missile e si ribaltano come nulla fosse.

Ecco.
Ho iniziato a ridere come una stupida.
Il postino ha suonato alla porta:
“Marta! Tutto bene?”

“Sì, stavo guardando le immagini dei tuoi colleghi…”

“Lascia stare…parlano di innovare il parco trasporti e poi danno le macchine a perfetti imbecilli! E io intanto devo andare avanti con questo bolide che segnala il mio arrivo a chilometri di distanza.”

Desolata.
Si stava meglio quando si stava peggio. Ma davvero?
Ecco.
Ho smesso di ridere. Ancora una volta l’opportunità di migliorare alcuni si è scontrata con l’opportunismo di altri.

E comunque quelle immagini sono davvero spassose. Fino a quando non incontri il postino del paese che acqua, sole, vento e tempesta DEVE consegnarti la posta con il motorino.

RI-BLOGGO

Eccoci.

Non solo la sola a sperare che un piccolo genio faccia capolino nella mia vita e riesca a realizzare il mio desiderio.

Ma se i desideri fossero tre? Tu cosa sceglieresti.

Penso, ripenso, e di nuovo mi fermo a pensare.

Quando sono così, capita che sfoglio la home e leggo articoli.

Tutte le volte succede che mi ritrovo faccia a faccia con i miei pensieri, anche questa volta.

Vuoi conoscere il suo pensiero? Erodaria è l’artefice!

QUARESIMA

Ehi! Da oggi inizia la quaresima.

Sì, sono in ritardo.
Mi sono accorta adesso.

Vuoi la fortuna oggi ho rispettato le regole.

Niente carne e solo pesce e via di fioretti.
Niente dolci e vizi e stravizi. A sto giro la vedo difficile, ma intanto ci provo.

Giorno 1 superato con successo!

Ah! Da domani tutte le volte che avrò voglia di mangiare un cioccolatino scriverò un post.

La mia penitenza che si riversa su di voi!
La #SaggiaMarta è diventata #SadicaMarta