Gli amici di Blog

Vi capita mai di ritrovare un amico di Blog che mai e poi mai vi sarete immaginate di ritrovarvi a pensare?

Rifaccio la domanda perchè come al solito parto deciso e poi mi perdo nelle mille curve del mio cervello.

Che fatica che fanno i miei neuroni, un po’ mi dispiace per loro.

Dicevo.
Qualche giorno fa ho ricevuto una richiesta d’amicizia in Facebook da un tale sconosciuto.
O meglio.
Dato che la curiosità è donna ho accettato l’amicizia per poi in tempo zero, con tutta la delicatezza di un’elefante, scrivo un messaggio per chiedere:
“Scusa ma…Ci conosciamo?”

” Sì”. Il risultato della conversazione era sì.
Lui è un blogger che io adoravo quando frequentavo più assiduamente questo fantastico mondo virtuale.
I suoi testi, le sue foto, i viaggi mentali che puoi fare attraverso i suoi occhi sono sempre stati molto attraenti per me.

Ecco.
Ti ho incuriosito?
I veterani lo conoscono, ne sono certa, comunque lui è Topper Harley!
Buon Viaggio!

E anche quest’anno la Quaresima è andata!

Evviva!
Anche quest’anno sono uscita circa meno quasi indenne da questa quarantena chiamata Quaresima.

Per me è il cioccolato, l’alimento vietato per 40 lunghissimi giorni, e 40 notti, va da sé!

Mi sono sentita dire di tutto. Come ogni volta che la sottoscritta prende una decisione ponderata ecco che arrivano infiniti suggerimenti su come e dove sgarrare che “tanto…”.

Tanto nulla.

Integerrima e sicura della mia scelta sono riuscita a superare questo lungo periodo, è stata dura.
Per me poi.
Figlia di un pasticcere vedevo cioccolato anche in mezzo alle farine integrali.
Io sono una cosa vergognosa, lo ammetto.
Per me il cioccolato è una questione fondamentale.

I dottori dicono che fa bene anche all’umore, chi sono io per non seguire le loro indicazioni?

E niente.

Avevo comprato due uova di cioccolato, uno fondente e uno al latte, così per non sbagliare.
Li ho mangiati.
Tutti e due.
La Quaresima è passata, la mia scemenza no, quella resta.