BUCHE

L’avete letta la frase di FrancescoPicciotto?

Ecco.
Quando l’ho letta ho pensato:

“sì, vero. E poi ci sono io.”

Io che devo testare ogni buca perché la mia macchina imposta la guida automatica e tadan! Presa! Ho vinto qualcosa?

Se in macchina c’è mio papà sicuramente riceverei come risposta:

” Certo che hai vinto! Una visita immediata dal meccanico. Hai la prenotazione gratuita, tutto il resto è a pagamento.”

Simpatico il daddy.

Che poi non capisco come mai le buche siano come una calamita, se non le prendo mi stupisco, ogni volta.
Certo, mantenere attiva l’attività del meccanico fa di me una buona cliente, ma il punto è un altro.

La buca.
Inciampi, cadi, ti rialzi e.

E qui puoi scegliere, un po’ come – alcune volte – nella vita.
Mi rialzo più consapevole di prima? Mi rialzo con segni indelebili? La evito?

Quante domande senza risposte giuste o sbagliate.
Si deve provare.
Si chiama esperienza.

E niente.
La mia macchina è sistemata, è ora di andare!

Che poi forse.
Anche questa è solo una possibilità per imparare qualcosa di nuovo.

Annunci