RI-BLOGGO. RICETTE DA COINQUILINE

blog-684748_960_720

Allora, hai fame, vuoi fare la Masterchef, hai comprato ingredienti dei quali non riesci neanche a pronunciare il nome?

Bene, ma non benissimo, si diceva la scorsa estate.

Mannaggialamiseria, si diceva quest’autunno (con cancelletto davanti che fa più bello).

E mo’ so cazzi, si dice in tutte le stagioni.

Niente paura, passa al piano B, ritagliati un’ora circa meno quasi, inizia a cazzeggiare su internet e cerca una ricetta inserendo parole chiave, fatto? Non hai raggiunto nessun risultato?

Male, ma non malissimo. Ti manca giusto giusto il fattore C.

Ora che abbiamo appurato che di masterchef non hai nemmeno il grembiule puoi, l’ordine non sarà casuale, buttare gli ingredienti, cercare il blog della coinquilina, sbizzarrirti copiando i suoi binomi che hanno l’aria di essere appetitosi, successivamente evitare di postare i risultati perché si sa, ti manca la luce giusta per ottenere lo stesso risultato, dai lo sappiamo tutti che è colpa SOLO DELLA FOTO.

Ah! Il passo successivo è farti passare quella bavetta alla bocca e trovare il coraggio per assaggiare la tua versione.

Eventualmente, se sei riuscito/a ad evitare intossicazione puoi commentare, perché tanto si sa, aggiungerai del tuo, rovinando la ricetta originali ed incolpando l’inventore di aver creato una boiata, quando l’unico responsabile sei tu E SOLO TU, che hai voluto apportare modifiche insensate.