OVVIO, NO?

labyrinth-2730731_960_720

  • Mi sono persa!
  • Di nuovo? Sentiamo dai, cos’hai combinato?
  • No no, mi sono persa davvero.
  • Si ok, ma intendi in senso figurato, no?
  • No, se ti dico che mi sono persa, intendo in senso fisico.
  • Marta cazzo!Come fai a perderti nel paese in cui sei nata?
  • Non lo so, come ho fatto! Altrimenti tornerei indietro, se vuoi quando mi ritrovo ti faccio vedere!Ma porca troia!Che domande fai?
  • Va beh, non alterarti, dimmi dove sei che vengo a prenderti.
  • Allora, capisci ancora l’italiano? MI SONO PERSA, FISICAMENTE, NON SO DOVE CAZZO SONO, COME CAZZO FACCIO A DIRTI DOVE SONO SE MI SONO PERSA? DAI CAZZO!
  • Ehi! Piano con le parole! Come faccio ad aiutarti?
  • Allora Collega! Ieri, fai mente locale, cosa abbiamo scoperto ieri? E comunque per fortuna che sono salcazzo dove e da sola, perché se solo qualcuno per sbaglio ascoltasse la mia conversazione con te chissà cosa penserebbe…
  • Piantala con i condizionali e gli indovinelli, vieni al dunque.
  • La lo… lo…dai collega! Dimostrami che mi ascolti quando ti parlo.
  • Ehi! Piantala altrimenti ti lascio lì sperduta in mezzo al nulla a due minuti da casa.
  • Ok, la pianto, sto esagerando, chiedo venia, chiedo perdono, appena ritorno sulla retta via mi prostrerò a te.
  • Mmmh. Quindi farai qualsiasi cosa?
  • Prima salvami, e poi vediamo.
  • Ok, ti localizzo, attacca il telefono alla macchina che a breve vedrai la maps dirti dove cazzo sei.
  • Grazie collega, il tuo smart problem solving mi stupisce.
  • Comunque sei nella via parallela alla tua. Sei svalvolata di brutto.
  • Zitta, non lo dire a nessuno, inventa una scusa CREDIBILE per il mio ritardo, ti prego evitami sta figura di merda, e comunque è colpa della nebbia.
  • Ok, certo, la nebbia. Ah, volevo dirti che sei in viva voce e qui c’è anche l’altra collega e la capa, ti stiamo ascoltando.
  • Quando si dice che i problemi si risolvono in famiglia, quando si dice che il posto di lavoro diventa la tua seconda famiglia.
  • Marta, smettila di vaneggiare e vieni a lavorare!
  • Capo, arrivo! Due minuti e cinque chilometri mi separano da voi!
  • Come?
  • Parola di Tom tom, ovvio, no?

16 pensieri su “OVVIO, NO?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...