ZIO BILLY!

pillow-15439_960_720

La mia nuova imprecazione, che uso anche come intercalare è zio billy.

Scritto così in minuscolo se lo sto usando come intercalare oppure scritto in stampatello se lo sto usando come imprecazione.

Prova anche tu, segui il mio consiglio.

Ora.

Ci sono parole e parole.

Però da quando ho scoperto questa la infilo in ogni dove.

Sto parlando con mia mamma di cosa mangiare per cena e ci accorgiamo di non avere la pietanza che tanto sto desiderando?

“zio billy mà, mangiamo qualcosa di diverso…”

Sto camminando per strada ed involontariamente mi si slacciano le stringhe che ho legato qualche minuto prima ma ero ancora avvolta dalle accomodanti braccia di Morfeo e di conseguenza rischio un carpiato sul cemento grazie al cielo non di recente stesura?

“ZIO BILLY!!!!”

Sono in ufficio e la collega lancia un refuso presente nella sua borsa che molto ha di valigia e poco di borsa e ti rovescia un bicchiere di caffè sulla scrivania causandoti una macchia imbarazzante sull’ unica maglietta bianca rimasta nel tuo misero armadio in previsione delle imminenti vacanze?

“ZIO BILLY COLLEGA!!!”

Potrei andare avanti all’infinito aumentando in maniera più o meno proporzionale l’ utilizzo della mia nuova parola preferita ma no, mi fermo qui.

Non è volgare. Non esattamente per tutti, per buona pace di tutti quelli che hanno uno zio che di nome fa Billy, ma dai, quanti possono essere? Dai, quanti sono stati battezzati come Billy? E poi, dovrei incontrarlo proprio io una persona con questa particolarità, che possibilità c’è? Una su un milione? Zio billy che sfiga.

E niente.

Se per molti il tormentone è il ritornello di una canzone, per me è un imprecazione.

Non ricordo dove l’ho letta, vista, sentita, so soltanto che per me entra nella categoria di quelle parole che pronunciate ad alta voce ti aiutano a cambiare l’umore.

Che poi, così giusto per dimostrare che tutto torna, la teoria dell’attrazione e tutto il resto..

Lo zio Billy è uno zio americano ed io sto per volare in America…

Zio Billy che attesa!