CROSSFIT

crossfit22.jpg

E niente.

Nonostante, anzi di conseguenza ai molteplici problemi che vivo e non supero con i roller ho deciso di avvicinarmi ad un’altra disciplina per provare a superare l’ostacolo per vie traverse.

Ecco, ancora una volta dimostro che io di petto i problemi non li riesco a risolvere, ma sono alla costante ricerca di soluzioni alternative o presunte tali che apportano numerosi benefici collaterali.

Quindi?  Nulla.

Da domani inizio ufficialmente anche crossfit.

Già mi vedo. Uscire dalla palestra che sembra più ad un bunker con dolori atroci in zone di cui ignoravo l’esistenza.

Ecco che la mia curiosità verrà soddisfatta ancora una volta, sarò alla ricerca di quel muscolo che tanto mi duole e che tenevo ben custodito ed al riparo sotto strati di adipe.

Pare che questa disciplina riesca a:

  • farti superare i tuoi limiti, fisici ed anche mentali
  • aiutarti ad avere un equilibrio, credo solo fisico, perché per quello mentale non mi potrebbero bastare anni, ma che dico, decenni di pratica intensiva
  • dimagrire, sembra che in una lezione se svolgi gli esercizi così come il coach ti dice bruci da quattrocento a settecento calorie, insomma, poco più di due brioches.
  • socializzare, che forse è l’unica cosa che no non mi serve perché tanto io parlo anche con i muri, e quando smetteranno di rispondermi potrò considerarmi sana di mente.

 

Ecco.

Questo è quanto.

Questa è l’idea brillante che mi è venuta a Febbraio.

Se prima avevo il maestro di roller, adesso ho il coach di Crossfit ed il maestro di roller.

 

LE RUBRICHE DI MARTA: SCRITTO A MANO #58

58.jpg