30 DAYS WRITING CHALLENGE 20

copertina230-day-writing-challenge2

Oddio.

Non sono mai stata attratta dalle celebrità.

Sarà che ho sempre cercato di ponderare i miei desideri con le mie possibilità.

Non sono mai stata una fan sfegatata di serie tv o film d’azione.

Non ho mai amato cantanti alla follia tale da seguirli ad ogni concerto, ogni tour, ogni qualsiasi cosa.

No.

Queste cose non mi sono mai piaciute.

Posso ammirare tante persone, e magari anche celebrità, ma per la persona in sè, non per il portafoglio o per la fama.

Cattiva. Oggi sono cattiva. Ecco, forse una delle offese che potrebbero darmi fastidio: “groupies, sei una cazzuta groupies.”

GRAZIE VA!

grandparent-1235191_960_720

Ore 08.30 di un sabato qualunque.

Che poi tanto qualunque non è.

Mi spiego meglio.

“Marta! Sono la nonna! Guarda fuori!”

“Fanculo nonna.”

“Eh…. Nevica, hai visto?”

“No nonna, sono sotto il piumone. Ti ringrazio per avermi svegliata con questa bellissima notizia!”

“Vai a farmi la spesa? Non vorrai farmi uscire con questo tempo!”

“No nonna, certo che non voglio farti uscire. Ma non ho intenzione di uscire nemmeno io, quindi oggi si mangia quello che c’è…”

“Ah, non vuoi uscire?”

“No nonna, c’è la neve. Guarda fuori!”

“Sicura?”

“Certo nonna! Ti pare che io abbandoni la mia seconda pelle che voi umane chiamate pigiama per uscire rischiando di rovinarmi gli occhi data l’esagerata presenza di luce?”

“Marta, ho fatto le polpette.”

“A che ora hai detto che devo venire? Cosa ti serve? Arrivo Nonna, sono già in strada!”

Perché Lei sì che sa svegliarmi nei pessimi dei modi e farmi cambiare umore nel giro di pochissimi minuti.

Per la cronaca.

Le polpette sono di zucca.