OGGI LO POSSO DIRE!

corn-113198_960_720.jpg

Immagine presa da internet

Bene.

Sono una di quelle persone che quando si alzano con la luna storta faticano a raddrizzare il resto della giornata, salvo poi arrivare alla colazione accorgersi che c’è ancora la nutella e via con la prima gioia.

Sono una di quelle persone che camminano con il sorriso stampato in faccia, con la gioia che sprizza dai pori, salvo poi essere coperta da strati di cotone, lana e lanetta.

Insomma.

Che io sia incoerente è cosa nota.

Sono una di quelle persone che quando deve insultare qualcuno trova ogni pretesto per evitare la volgarità ma cerca e ricerca le parole più subdole per arrivare alla fonte, colpire nel segno e non permettere all’interlocutore di capire subito cosa io abbia appena pronunciato. Tutto chiaro?

Bene.

Trovo immensamente irritabili quelle persone che ridono sempre e comunque, io sono positiva sempre e comunque non rido per ogni stupidata anche quando non è il caso.

Insomma.

In questi casi specifici tendo a dire: ” Ma cos’hai da ridere è il tuo compleanno?”

Ecco succede che anche a me a volte dicono questa frase.

E c’è un giorno all’anno in cui io posso dire: “Si! Oggi è il mio compleanno, ti sei presentato senza un presente, senza farmi gli auguri, senza provare un po’ di felicità per me e poi? Vuoi anche avere ragione? Dai, abbassa le orecchie e torna nel tuo mondo!”

Ma che bello eh?!? E facciamocela una risata!

Pubblicità

BUON COMPLEANNO!

birthday-1796178_960_720.jpg

Fino a ieri erano trentadue.

E poi dicono che il tre è il numero perfetto.

E poi dicono che tre più tre fa sei che diviso due fa tre, insomma al tre torni.

Che poi sta bene anche con l’anno di nascita.

Trentatrè nel duemilaesedici? Beh allora sei dell’ottantatrè.

Sì esatto.

Ma il duemilaesedici finisce con il sei che.

Dai basta.

Sono trentatré.

Mica bazzeccole!

E poi, io detesto la matematica.

Oggi mi ritrovo a cercare mille e una motivazioni per essere felice di invecchiare.

Che poi.

A me questa cosa che il compleanno si festeggia mica mi garba eh!?!

Insomma.

Tutti lì a glissare quando si parla di quanti anni hai, di che anno sei e poi? Festeggi il compleanno?

Ehi! L’ incoerente sono e vorrei restare io.

In ogni caso, tanti auguri a me!