SMOG E GENERAZIONI

time-to-rethink-874670_960_720.jpg

Era meglio quando si stava peggio.

Quante volte abbiamo sentito questa frase? E quante altre volte l’abbiamo pensata?

Lo ammetto, a me capita spesso.

Ma è proprio così?

Insomma, sarebbe veramente meglio vivere come quando si stava peggio?

Forse si, però non dovremmo conoscere gli agi e i pregi di oggi, insomma, forse staremmo meglio se vivessimo nell’ignoranza più assoluta, o forse no.

Certo è che io a volte mi faccio di quelle paranoie che altri potrebbero pensare che no, non ho niente da fare e queste idee mi vengono perché non avendo nulla da fare viaggio con la fantasia.

E invece no.

Da qualche giorno a questa parte vado a lavorare il pomeriggio a piedi.

Seguimi eh.. perché il ragionamento sarà lineare forse solo per me.

Dicevo.

Da qualche giorno mi faccio una passeggiata fino in ufficio, non perché sia diventata fautrice della vita sana, ma semplicemente perché non ho la macchina.

Ecco.

Mi sono accorta che respiro tanto di quello smog che… non commentiamo altrimenti la parolaccia potrebbe non bastare.

Insomma, se tornassimo tutti indietro?

Quando nei paesini non c’erano tutte queste macchine più o meno moderne?

Eh no non lo dico per le generazioni future.

Lo dico per me, per la mia di salute.

Arrivo in ufficio ed inizio a tossire, mi soffio in continuazione il naso.

Sono obbligata e questa è la cosa che mi da forse maggiormente fastidio, ad usare la giacca, che poi puzza, e la devo portare alla tintoria per lavare.

Insomma.

Se non ci fossero tutte queste macchine, non staremmo un po’ meglio?

Annunci

Informazioni su Marta

Impiegata per dovere sognatrice per passione
Questa voce è stata pubblicata in PENSIERI. Contrassegna il permalink.

19 risposte a SMOG E GENERAZIONI

  1. kikkakonekka ha detto:

    Tecnologia e progresso: molti ‘pro’ ma anche molti ‘contro’
    Certo che barattare la salute…

    Liked by 1 persona

  2. Erik ha detto:

    ti confesso che ho perso la linearità tra tutto il post e la frase conclusiva….

    sicuramente sì è la risposta alla frase conclusiva… ma temo non sia applicabile con altrettanta sicurezza al resto del post… 🙂

    Liked by 1 persona

  3. silvia ha detto:

    per parere personale si stava meglio quando si stava peggio…c erano poche cose rispetto ad oggi magari più apprezzate, la vita semplice era più salutare …..personalmente rimpiango il passato sotto questo punto di vista sarò una nostalgicona!

    Liked by 1 persona

  4. Hadley ha detto:

    Io preferisco decisamente oggi, soprattutto avendo provato le comodità

    Liked by 1 persona

  5. fulvialuna1 ha detto:

    Faccio parte di quella generzione che è stata il transito tra la vecchia e la nuova…poche macchine e poi il boom, pochi elettrodomestici e poi l’invasione, riscaldamenti all’osso e poi la fornacella, niente cell. pc, tablet, e chi più ne ha più ne metta, e poi l’inasione, poca tele e poi i midia a gogo…insomma, tante comodità, bello, bellissimo, ma stavo meglio quando stavo peggio e ti dico, e non è retorica, che se tornassimo indietro io ce la farei quelli di oggi non lo so. Sono pronta al tuffo indietro e forse tanta più umiltà, umanità, cultura e fisici sani.

    Liked by 1 persona

  6. Paola ha detto:

    Cara Marta, il punto non è meglio prima o dopo, il punto è il troppo. Io vorrei città con isole pedonali enormi e automobili lontani dal centro (e ovviamente con mezzi pubblici ben funzionanti e piste ciclabili sicure), meno tecnologia e più contatti. Detto questo, leggevo non olto tempo fa un rapporto in cui si diceva che, nel mondo tutto il mondo, in generale si sta meglio, più cibo, più salute, più benessere. Si sta meglio oggi,

    Liked by 1 persona

  7. Demonio ha detto:

    Io prendo una terza via e dico che si starebbe meglio se prevalessero gli interessi della gente piuttosto che quelli di chi trae ricchezza da una economia basata sul petrolio e che distrugge il mondo. Ora(e con questo ora mi sento molto te! 😂) se questo stato di cose cambiasse in favore di tecnologie alternative non inquinanti staremmo tutti meglio. Auto elettriche o a idrogeno sono già realtà e non utopia ma…non vengono fatte decollare. E se pensiamo all’Italia che dipende dal petrolio e che si è messo pure a trivellare i suoi mari quando, invece di perdere tempo con una minchiata di inutile riforma costituzionale, bastava fare un piano per passare entro 10 anni a cambiare il parco macchine e magari le stesse a produrle pure creando lavoro…ecco…che te lo dico a fare…teniamoci lo smog!

    Liked by 1 persona

  8. Eh vaglielo a dire alla globalizzazione, io sono anni che continuo a ripeterlo, ma purtroppo qua si va sempre peggio

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...