MESSAGGI CIFRATI

i libri.jpg

Immagine presa dal web

Spesso dico che non sei tu a scegliere un libro ma è lui a scegliere te.

Spesso dico che un libro ti permette di viaggiare con la fantasia, laddove con il corpo non potresti mai andare, neanche con tutti i soldi del mondo.

Spesso dico tante false verità o vere falsità a proposito di libri, di ciò che ti lasciano e di ciò che ti tolgono.

Ora.

Posso sembrare una squilibrata mentale, e si, forse lo sono.

Posso sembrare una persona diversa dalla massa, e si, forse lo sono.

Ma.

E dico ma!

Il libro che sto leggendo mi sta dando l’ennesima dimostrazione anche se è celata dietro una falsa verità.

Mi spiego.

La frase in questione, che mi ha lasciato perplessa per poi capirla e rivalutarla è questa:

“Sono tutte cazzate! Non è vero che un libro ti lascia qualcosa! Il libro non ti lascia proprio niente! Sei tu che scegli di accettare nuove esperienze e o verità! Nessun libro te lo impone!”

Insomma.

E’ vero.

Prova a pensarci…

Tutte le verità assolute che hai colto dal libro del momento non erano nient’altro che affermazione conservate in luoghi reconditi della tua mente, che un libro, che un insieme di parole, ha riportato in superficie facendoti vedere una nuova prospettiva.

Ecco che cogli l’ultima lezione del libro come verità assoluta, ciò che stavi aspettando, ma se fosse tutto un gioco della tua mente?

Insomma.

Pare che noi, essere umani, siamo attratti da ciò che desideriamo.

Insomma.

Desiderare ardentemente un qualcosa ci permette di impiegare le nostre forze in quella direzione.

Ecco.

I libri svolgono la stessa funzione.

Ho impiegato anni per capirlo.

Mi è bastata una falsa verità, detta tra le righe per capire che.

Non è il libro a scegliere me, ma il mio inconscio mi indirizza verso questa o quella morale.

Si, perché ogni scritto ha una morale, vera o presunta, applicabile o meno.

Insomma.

Oggi sono saggia.

Annunci

Informazioni su Marta

Impiegata per dovere sognatrice per passione
Questa voce è stata pubblicata in PENSIERI e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a MESSAGGI CIFRATI

  1. kikkakonekka ha detto:

    Maieutica socratica.
    La verità esiste già dentro di te, ma ci vuole un “qualcosa” (lui lo chiama “demone” (ma non è da intendere in senso negativo)) per tirarla fuori e farti rendere conto di essa.
    (oggi sono saggio anch’io)

    Liked by 2 people

  2. Julian Vlad ha detto:

    Punto di vista molto interessante, che trovo condivisibile. Non avrei saputo ricondurmi alla maieutica socratica, situata troppo oltre il mio background, ma fa sempre piacere un riscontro “tecnico”.
    E non lo dico con ironia, ma con riconoscenza!

    Liked by 1 persona

  3. GabrieleVDiMaio ha detto:

    Non mi metti dentro delle cose.
    Semmai me le tiri fuori e me le rendi chiare.

    Ciao e complimenti per i tuoi scritti 🙂

    Liked by 1 persona

  4. ehipenny ha detto:

    Eh ho visto! Mi piace questo tuo lato saggio 😉 Non avevo mai pensato di vederla in questo modo, però il ragionamento non fa una piega 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...