O.D.A.

katamewaza

Immagine presa dal web

Il testo che segue non è un elogio al congiuntivo, non è nemmeno un richiamo o una pubblicità per utilizzatori seriali di aggeggi per l’ascolto, non è nulla di tutto questo.

Semplicemente si tratta di un metodo, probabilmente Zen, ma nulla ti vieta di pensare che sia tibetano, o chissà che, in ogni caso è un metodo che deriva da una disciplina orientale, e no!, non ti dico quale perché non è importante, credo.

Metodo oda osserva, orienta, agisci.

Dunque.

Riorganizzando le idee e captando, come mio solito, segnali dall’esterno scopro che.

Che dopo anni (trentadue esattamente) passati a cercare di capire come caspita fare ad affrontare una situazione apparentemente difficile scopro che.

Ora lo scrivo eh.

Che altri individui hanno “sprecato” tempo per capire come affrontare cosa.

Ho già scoperto che “solo alla morte non c’è rimedio” riscopro che esiste un metodo, discutibile, per poter affrontare razionalmente le “situazioni”.

Il metodo si chiama ODA, non so dove sia stato scoperto, se da qualche universitario di Cambridge (si perché di solito le notizie curiose arrivano da li) o se è frutto di qualche insegnamento di una disciplina orientale in via di sviluppo.

Oda significa Ossera, Orienta, Agisci.

OSSERVA la situazione, possibilmente in modo razionale.

ORIENTA la tua attenzione verso il punto focale del problema in via di soluzione

AGISCI colpisci a pugno duro verso il centro dell problema

Bene.

Ora aggiungerei, sorridi perché il problema è risolto, vai oltre, e continua il tuo percorso.

Non so se sia applicabile come teoria, ma come possibile soluzione forse si.

Vale la pena di provarci, o almeno di considerarla come possibile alternativa.

Annunci

Informazioni su Marta

Impiegata per dovere sognatrice per passione
Questa voce è stata pubblicata in CURIOSITA' e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a O.D.A.

  1. kikkakonekka ha detto:

    In ufficio il mio problema è il capo: arrogante e stupido, crede di saperne più di te, ma in realtà devi essere tu a suggerirgli cosa fare.

    Ora:
    OSSERVA la situazione, possibilmente in modo razionale > OK lo osservo
    ORIENTA la tua attenzione verso il punto focale del problema in via di soluzione > OK la mia attenzione è orientata su di lui
    AGISCI colpisci a pugno duro verso il centro del problema > posso davvero colpirlo a pugno duro?

    Liked by 2 people

  2. indianalakota ha detto:

    Con me funziona 😉

    Liked by 1 persona

  3. Ciao! Domani c’è il post su di te! Spero ti farà piacere!

    Liked by 2 people

  4. vikibaum ha detto:

    val la pena, altroché…se vieni da me nomination per un tag divertente…ciauu

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...