Il terribile segreto di Yahoo‏

Sorgente: Il terribile segreto di Yahoo‏
Yahoo! Esci dal mercato mortale dell’avorio
FIRMA LA PETIZIONE
All’AD di Yahoo! Marissa Mayer, all’AD di Yahoo! Japan Manabu Miyasaka e a tutte le altre compagnie che permettono la vendita online di avorio:
Noi cittadini di tutto il mondo siamo inorriditi dal fatto che permettiate ancora di vendere e acquistare avorio sul vostro sito/piattaforma, alimentando l’estinzione degli elefanti. Grandi aziende come Google e Amazon si rifiutano di partecipare in questo mercato sanguinario. Vi chiediamo di fermare al più presto ogni compravendita di avorio sui vostri siti e piattaforme in Giappone e in ogni altro Paese.
Arriviamo a 1.000.000
Il commercio dell’avorio sta portando gli elefanti all’estinzione e Yahoo ci fa affari da capogiro vendendo collanine e gingilli in aste online in Giappone! Abbiamo l’occasione per mettere fine a questo traffico ma dobbiamo agire ora.

Google, Amazon e altri grandi siti si rifiutano di vendere l’avorio mentre Yahoo è uno dei pochi grandi negozi online rimasti, ma con la giusta pressione possiamo farli smettere. L’azienda sta perdendo i suoi migliori dipendenti e sta offrendo milioni per convincerli a rimanere. Uno scandalo internazionale può aggravare la crisi e di fronte a questo rischio potrebbero decidere di smettere di lucrare sulla vita degli elefanti.

Il mercato dell’avorio uccide 100 elefanti al giorno: è un massacro che loro vivono con orrore perché capiscono benissimo cosa sta accadendo alla loro specie. Raccogliamo un milione di voci in difesa di queste creature meravigliose, e le faremo arrivare a tutti i dipendenti di Yahoo nel mondo così che possano pretendere una svolta dall’interno. Unisciti ora e coinvolgi i tuoi amici su Facebook, Twitter e via email.

PURTROPPO È TOCCATO A ME

image

Sono tanti gli obblighi che i datori di lavoro hanno nei confronti dei dipendenti…
Sono tanti gli obblighi che i dipendenti hanno nei confronti del datore di lavoro…
Sono altrettanto tanti gli obblighi che i dipendenti hanno nei confronti dei loro colleghi…
È una catena senza fine, potrei continuare fino al sorgere del sole, e invece no. Mi fermo perché io parlo, anzi scrivo per me.
Oggi ho adempiuto (no, non ho pranzato con pane e vocabolario) ad uno dei miei tanti obblighi nei confronti dei miei datori e delle mie colleghe.
Oggi mi sono trasformata in ghostbuster e ho partecipato al corso antincendio…
Che figata direte voi, che sfiga rispondo io, perché:
– da me oggi pioveva, quindi la prova pratica è stata fatta all’aperto, sotto l’acqua, e già qui potrei concludere. E invece no!
– la teoria domani al ritorno in ufficio non dovrà smarrirsi tra i mille cassetti della mia testa, ma dovrà essere verificata. E anche qui…
– io sono responsabile anche del primo soccorso. Quindi devo essere in prima linea sempre.
La morale è che qualsiasi cosa succeda, nel mio ufficio sono fottute, sono la prima che scappa, che va nel panico, che prima di essere generosa mette in salvo la sua pelle…
Perché hanno mandato me? Non è chiaro questo punto, ma non posso sapere tutto,no?
PARAGUAI, oggi mi sento così…