PUBBLICITA’

billboard15.jpg

Immagine presa dal web

Sono fermamente convinta che una buona campagna pubblicitaria corrisponda al 50% alla necessità di possedere o godere del bene o servizio venduto.

Ecco perché sbagliare una campagna pubblicitaria può compromettere l’ intera campagna di vendita del bene o servizio.

Sono fermamente convinta che una buona pubblicità deve incuriosire il futuro compratore, non considerarlo un soggetto passivo ma anzi far sì che quest’ultimo si avvicini al prodotto per curiosità.

Poi succede che, per ragioni completamente scollegate da te, dal tuo prodotto, dalla tua campagna pubblicitaria, il tutto fallisce.

Un esempio eloquente di quanto scritto qui sopra è quanto è accaduto:

Un ristorante del Montana, il Bar 3 Bar-B-Q ha avviato una causa per danni contro la Dex Media Inc., che pubblica le locali pagina gialle. Infatti, il ristorante nel 2009 è stato inserito per errore nella categoria “Rimozione carcasse di animali”. I titolari si sono accorti dell’accaduto quando hanno iniziato ad arrivare telefonate che chiedevano, a volte seriamente, a volte come scherzo, che qualcuno venisse a prelevare una carcassa.

yellow-pages_thumb[1]

Per quanto l’accaduto abbia indubbiamente generato molta pubblicità al ristorante, che ha guadagnato notorietà in tutto lo stato, i titolari sostengono che gli incassi sono diminuiti di quasi 20.000 dollari tra 2009 e 2010, e danno la colpa di ciò all’errore delle pagine gialle. Del resto, per un ristorante specializzato in carne alla griglia non è certamente positivo essere associati con le carcasse di animali. “La gente che sceglie il posto dove va a mangiare non può accettare un posto in cui l’igiene e la pulizia è anche minimamente messa in dubbio”, sottolinea Hunter Lacey, uno dei proprietari.

La Dax Media si difende spiegando che l’errore non è stato volontario, ed appena se ne sono accorti hanno corretto la versione online e si sono assicurati che per le stampe degli anni successivi fosse tutto corretto. Ma intanto per la versione cartacea la frittata era fatta.

Eh mo’ so mazzi razzi palazzi pe’ tutti…