L’ ARTE DELL’ OSSERVARE

In questi giorni di festa siamo tutti concentrati in tre/quattro cose al massimo.

  1. Siamo concentrati a decidere su quale tartina concentrare la nostra fame, a Natale o nei giorni successivi sembra che dobbiamo ingurgitare quantità di cibo per sopravvivere alla prossima carestia ed anche alla successiva.
  2. Siamo concentrati a ringraziare, sorridere e a dare ragione all’ ennesima parente che si presenta con il dolce più buono in assoluto, che non abbiamo mai assaggiato e che non possiamo perdere l’ occasione.
  3. Siamo concentrati ad ammirare il regalo di Natale che abbiamo sognato per giorni e giorni, ma una volta nelle nostre mani ha come perso valore e quindi mentre lo ammiriamo stiamo già pensando a cosa troveremo nell’ uovo di Pasqua.

Nel frattempo nel mondo ci sono persone o per meglio dire artisti che creano bellezze mozzafiato, l’ ultima in ordine di tempo che ha catturato la mia attenzione è l’ opera, anzi le opere create da questo ragazzo, che con semplici attrezzi trasforma un cartoncino in un’ opera d’arte…

Yoo-Hyun-al-lavoro-da-Facebook-850x850.jpg

Immagine presa dal web

Lui si chiama Yoo Hyun.

Buona visione!

4 pensieri su “L’ ARTE DELL’ OSSERVARE

  1. kikkakonekka ha detto:

    “Siamo concentrati ad ammirare il regalo di Natale che abbiamo sognato per giorni e giorni, ma una volta nelle nostre mani ha come perso valore”

    Sensazione assolutamente vera.
    Guarda, io colleziono dischi.
    Mi è capitato tante volte di cercare, inseguire, trovare un disco magari dopo anni di ricerca.
    Ma poi, una volta tra le tue mani, il suo valore cala immediatamente.
    Perché il bello della ricerca, spesso, è la ricerca, non tanto l’oggetto della ricerca.
    Spero di essermi spiegato.

    Piace a 2 people

  2. Dirigente di Famiglia ha detto:

    Cari amici vicini e lontani, il Natale credo sia diventato un grande circo di consumismo e regali, cibo che va per metà nella spazzatura, sorrisi e affetto forzati, luci ed addobbi da festa di paese. Ma abbiamo perso il senso di che cosa vorrebbe ricordarci da 2015 anni a questa parte. credenti o non credenti, si vorrebbe ricordare la nascita di un certo Bambino dentro ad una spoglia capanna o caverna o grotta, ma tutti quanti presi come siamo dal nostro egocentrismo, puntualmente ce lo dimentichiamo. Auguri a Marta e a Kikkakonekka di un dolce e leggero anno nuovo che dobbiamo imparare a gestire e a conoscere. Io spero di leggervi ancora dal canto mio per scambiare idee e pareri costruttivi e simpatici! Un abbraccio!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...