HO SCRITTO UN LIBRO

Ho scritto un libro, il mio primo libro, ma non ho il coraggio di pubblicarlo.

Ancora una volta ho seguito il mio istinto, ma manca quella piccola spinta, l’ ultimo passo per realizzare un sogno, uno dei tanti, uno della lista.

Non ce la faccio, non sono fatta per il per sempre.

Una volta pubblicato non potrà essere MAI più modificato.

Ecco, quel MAI mi blocca.

Manca solo un passaggio, il titolo è pronto, la storia anche, scritta, riletta e riscritta, il finale c’è, i ringraziamenti anche, c’è tutto, veramente tutto.

Manca solo premere su quel tasto PUBBLICA.

Forse ci riuscirò, devo solo assecondare i miei tempi, magari prima o poi sovrappensiero, rientrerò a ricontrollare e per sbaglio premerò il tasto pubblica.

E ricomincerò con le mie paranoie, diverse, ma di base questo sono.

Certo non sono la prima “scrittrice improvvisata” non sarò neanche l’ ultima, ma io lo sto vivendo per la prima volta, ed è tutto nuovo, cercare nei ritagli di tempo il sito per pubblicare che ti sembra sicuro, perché magari non piacerà a nessuno, ma magari si. E nel caso sia si, non voglio prendere una fregatura, un’altra. Devo stare attenta, posso premere sul tasto solo una volta, non c’è il rewind c’è solo il tasto play, e per una volta sono io a doverlo premere.

Ce la faccio, ce la posso fare, per adesso però vado a dormire, ci penserò domani, forse.

Buona notte, mondo!

SUGGERIMENTO, NON TRATTARLA MALE

innamorarsi1E’ capitato a tutte…Sicuramente durante l’ adolescenza, per sfiga magari anche dopo..
Credi di esserti innamorata di un ragazzo fantastico, del classico principe azzurro senza cavallo e poi… ti accorge che il suo hobby preferito è.. tenere più ragazzine adoranti nello stagno e lanciarle l’amo ogni tanto,così solo per dare un contentino (cit. Deny, ndr).
Oggi con il senno del poi, o guardando la situazione in terza persona penso che a volte sono stata una stupida..
Perché in attesa dell’ amo ti perdi un sacco di altri pescatori..
Sei un pesce in una bolla, con poca aria, fatichi a respirare, ma quando ti arriva l’ amo dimentichi tutto…e poi ricominci a non respirare…amore-sofferto-432x286
Ecco, noi, dovremmo imparare a respirare da sole, senza boccheggiare nella speranza del principe azzurro con il cavallo, dobbiamo camminare con le nostre gambe e caso mai iscriverci ad un buon coso di equitazione…
Sia mai che diventiamo indipendenti in tutto e per tutto..

NUOVE PAROLE

selfie-di-amore-53229489

Per me è incredibile!

Per quanto io sia bigotta e di vecchio stampo mi sembra un po’ folle che il nostro lessico si ingrassi con termini di altri idiomi.

Mi spiego meglio.

“Selfie”, questa parola è ufficialmente entrata a far parte del nostro vocabolario, “autoscatto” non andava bene? E’ solo l’ esempio più evidente, ma ce ne solo tantissimi altri, Wedding Planner, Interior Designer, Smart, svapare…

Ora, io sono pienamente d’ accordo sulla modifica di alcuni termini che sono difficile da ripetere, per esempio anziché dire immigrati posso accettare che si dica migranti, ma non sono per niente d’ accordo quando vengono inclusi nel nostro idioma parole che in italiano già esistono.

Posso sembrare di mentalità chiusa, forse è vero, ma piuttosto che Selfie preferisco dire autoscatto, non so ma ha qualcosa di più poetico…