ADELE

broadway-cartello
Piccola e dolce ragazza di provincia, determinata nell’ avverare il suo sogno, percorre per una volta la misteriosa e tanto rinomata “via larga”, voleva conoscere quale atmosfera si respirava, veramente la gente danzava e ballava in strada? Veramente una via poteva attirare così tante persone?
Adele voleva a tutti i costi vivere l’ America, e per lei significa una sola cosa New York, in camera custodiva gelosamente una copia della Statua della Libertà, Broadway significava provare a realizzare un altro suo sogno, quello di diventare una ballerina di successo. New York poteva essere il punto di partenza perfetto per realizzare i suoi sogni, voleva a tutti i costi partire.
Non sarebbe mai partita da sola, nonostante vivesse in un’ epoca moderna non era mai salita su di un aereoplano, aveva paura, come poteva una scatola di ferro volare?
Solo Andrea poteva farle cambiare idea, era testarda ma lui non sapeva come riusciva ogni volta a mostrarle i lati della medaglia e farle cambiare idea.
Lei che aveva paura dell’ Amore, lei che dentro di se pensava che le sarebbe piaciuto innamorarsi completamente, ma la paura la fermava, aveva gli occhi offuscati, ma Andrea riusciva a distogliere quella nebbia e farle brillare lo sguardo.
Non si sentiva la fidanzata di Andrea, lo considerava un’ amica, forse era solo per proteggersi ma agli occhi degli altri era solo una ragazza triste, lei zitella senza futuro, con sogni che tali sarebbero rimasti, che mai avrebbe potuto realizzare. La società in cui viveva le imponeva dei modelli, e lei non li rispettava era come se fosse sconnessa, zitella e senza futuro solo perché tutti pensavano che senza l’ altro sarebbe stata incapace di provare emozioni.
Nessuno poteva presagire ciò che il destino aveva in serbo per lei…
Adele amava passare la domenica pomeriggio in centro, facendo le vasche con le sue amiche, avanti e indietro per le vie del centro fino all’ imbrunire, era una domenica come le altre, rimase colpita dalla locandina del negozio di caramelle,c’era scritto:”scarta il cioccolatino e vola a New York”.
Lei sognatrice ad occhi aperti, non poteva farsi sfuggire quest’ occasione, ma si vergognava ad ammetterlo, decise che sarebbe tornata il giorno dopo, magari con Andrea, lui l’ avrebbe sicuramente assecondata.
Rincasò prima delle altre volte e corse ad aprire l’ ampolla delle mance, avrebbe trovato sufficienti monetine per comprare tutti i cioccolatini, dalla locandina il concorso sarebbe stato nazionale, ma voleva rischiare di comprare tutti i cioccolatini del negozio.. magari era li che il suo filo rosso voleva portarla…
Con Andrea andarono al parco ed iniziarono ad aprire tutti i cioccolatini, eccolo, c’era scritto VINCENTE, si collegarono al sito internet e.. il loro, il suo sogno era diventato realtà..
Adesso doveva organizzare il viaggio, erano solo quattro giorni, ma bastavano… doveva credere in se stessa, fare affidamento sulle proprie forze e via…
Adele e Andrea partirono alla scoperta dell’ America, New York, per quattro giorni sarebbe stati una persona unica, avrebbero vissuto un sogno e magari non sarebbero tornati per un periodo molto lungo..
Adele ed Andrea partirono alla scoperta di una nuova terra, una seconda vita, insieme, lasciando al piccolo paese tutti i timori e le paure, insieme si sarebbero sostenuti, insieme si sarebbero divertiti ed avrebbero fatto esperienze solo loro.

Annunci

Informazioni su Marta

Impiegata per dovere sognatrice per passione
Questa voce è stata pubblicata in FAVOLE e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...